50×15 34×17 – I RAPPORTI

La bicicletta da corsa ha due corone (gli anelli dentati) anteriori, generalmente formate da 53 denti quella più grande e 39 quella più piccola, (in molti casi però si monta il cosiddetto compact che ha 50 e 34 denti per ridurre il peso e aumentare l’agilità). Posteriormente si montano invece in genere 10 rapporti che vanno da un minimo di 11 a un massimo 29-30, ogni ciclista sceglie questi 10 rapporti a suo piacere, in base alle proprie preferenze, uno dei più classici va da 12 a 25, ma ci sono ciclisti che montano anche un 32 posteriore. Il funzionamento è molto semplice, il rapporto tra i denti anteriori e quelli posteriori moltiplicato per la misura della ruota ci da lo sviluppo metrico della pedalata, ovvero quanti metri facciamo ogni pedalata. Ad esempio se abbiamo 34 davanti e 27 dietro otteniamo:
(34:27) x 2.136 = 2,68m
mentre se usiamo il rapporto più lungo 50×12 otteniamo:
(50:12) x 2.136 = 8,90m
E’ semplice capire che tra fare meno di 3 metri per pedalata e farne 9 c’è una grossa differenza in termini di potenza da imprimere al pedale.

Toscana (Firenze), Cicloturismo, guide e concorrenza

Questo articolo è inerente ad una indagine giornalistica iniziata l’anno scorso su numerose lamentele pervenute da ciclisti sia italiani sia stranieri; questi ultimi hanno comunicato la mancanza di cortesia da parte di alcune guide, le quali si propongono con dei bei siti in lingua inglese, foto a iosa dei loro giri, utilizzando anche il nome Firenze. La maggior parte dei cicloturisti vengono in Toscana per rilassarsi, godersi il meraviglioso panorama e divertirsi, quindi sono stufi di dover vedere la pubblicità dei soliti soggetti su locandine e siti web istituzionali. La selezione dovrebbe essere naturale, porgendo a tutti la possibilità di lavorare sul territorio.

Fsa guarniture: Problemi montaggio e varie

Pubblichiamo varie esperienze di bikers i quali hanno avuto problemi vari ed hanno risolto, i cui quesiti si trovano su vari forum ove abbiamo letto di tutto, tipo che si scollano le boccole dei pedali, si svitano le pedivelle, ecc. Di consueto il problema è l’errato montaggio, altre volte l’imperizia nell’uso, altre invece è il prodotto difettoso. In qualsiasi caso noi di Bike Touring pubblichiamo una selezione di questi problemi, con alcune soluzioni degli utenti stessi.

Ciclismo, Il riposo fisico

Il riposo fisico post training è rappresentato dal tempo che deve intercorrere fra un allenamento e quello successivo, cioè bisogna far trascorrere un periodo di tempo per ripristinare le energie. Il riposo notturno deve essere di almeno 7-8 ore.

FONTE

BARRETTE ENERGETICHE NATURALI A BASE DI FRUTTA

Le barrette energetiche realizzate con frutta interamente proveniente da coltivazioni biologiche, non trattate, ideali per una merenda e per chi pratica sport.